Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora incontra la FASI

images/news/FASI_Vincenzo_Spadafora.jpeg

Oggi il Presidente Federale Davide Battistella, il Segretario Generale Andrea Bronsino, unitamente agli atleti Laura Rogora (accompagnata da Stefano Valeri V.Q. Presidente Vicario G.S. Fiamme Oro e Luca de Manincor Coordinatore Centro Nazionale G.S. Fiamme Oro - Settore Sport Alpini Moena) e Ludovico Fossalii (accompagnato dal Col. Giovanni Francesco Consoli) sono stati ricevuti dal Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora. Il Presidente ha presentato la Federazione, il lavoro avviato subito dopo le elezioni ed i progetti futuri. Il Ministro si è intrattenuto a lungo con gli atleti essendo interessato a conoscere gli allenamenti quotidiani e le emozioni vissute dopo ogni vittoria. Il Ministro inoltre ha dato disponibilità massima a collaborare con la F.A.S.I. per sviluppare non solo l'alto livello ma anche l'attività promozionale, attività fondamentale per la crescita dello sport e per il benessere della popolazione. A seguito dell'incontro sono emersi un paio di progetti nel breve periodo volti a promuovere l'arrampicata sportiva in quelle zone del nostro paese un pò più disagiate. "Sono estremamente soddisfatto dell'incontro con il Ministro SPADAFORA, è persona attenta non solo ai risultati sportivi ma anche alla pratica dello sport intesa come prevenzione e benessere, sono certo che una collaborazione proficua con il Ministero dello Sport sarà utile non solo per far crescere la pratica dell'arrampicata sportiva ma soprattutto per fare una adeguata campagna volta a promuovere i vantaggi di una sana e regolare attività fisica, in quest'ottica l'arrampicata sportiva è uno sport che si può praticare ad ogni età e ad ogni livello". Gli atleti hanno poi consegnato al Ministro la maglia della nazionale autografata ed incorniciata. "ho ritenuto indispensabile la presenza dei due nostri atleti di punta all'incontro odierno", sottolinea il Presidente "perché gli atleti sono il motore della Federazione, ringrazio tutte le famiglie che supportano i propri figli nella pratica del nostro sport ed i Gruppi Sportivi della Polizia e dell'Esercito per il quotidiano supporto che offrono alla Federazione ed ai nostri atleti, senza il sostegno delle famiglie e dei Gruppi Sportivi non saremo riusciti a centrare l'obiettivo olimpico" le parole conclusive del Presidente Federale.