Polizze assicurative

CONTRIBUTO MATERNITA'


EMAIL PER LE COMUNICAZIONI: assicurazioni@federclimb.it

POLIZZA ISTRUTTORI

POLIZZA DI ASSICURAZIONE PER GLI ASSOCIATI

Elenco Istruttori HDI
(aggiornato al 30/04/2018)

Da quest’anno la Federazione ha stipulato una sola polizza istruttori, con la compagnia di assicurazione HDI, avendo disdettato quella con la Subalpina.

Per attivare la polizza RC Istruttori bisogna inviare una richiesta via mail a assicurazioni@federclimb.it indicando, nome, tessera dell'istruttore e società di appartenenza .
Qui di seguito la sintesi della caratteristica della polizza:


 

HDI*

premio annuo

€ 45,00

massimale per sinistro

€ 1.000.000,00

massimale per pesona

€ 1.000.000,00

massimale per cose ed animali

€ 1.000.000,00


Offerta HDI
Condizioni generali HDI

*Esclusa attività in falesia (La Federazione ha richiesto di inserire l'attività in falesia a diverse compagnie, nessuna si è resa disponibile.)

Le richieste di attivazione della polizza assicurativa RC degli Istruttori, devono pervenire con elenco separato dalle iscrizioni

Per
quanto riguarda le richieste di attivazione della polizza HDI, si comunica che le polizze richieste partono dal giorno 16 del mese, se le richieste sono pervenute nella prima metà dello stesso, e dal 1° giorno del mese successivo se posteriori.


CONTRIBUTO DI MATERNITA'

Il contributo di maternità di cui all’art 5 del d.p.c.m. 28 febbraio 2018 recante le risorse del Fondo unico a sostegno del potenziamento del movimento sportivo italiano  (art. 1, comma 369, della legge 27 dicembre 2017, n.205) spetta a tutte le atlete che al momento della richiesta hanno i requisiti previsti.
La dotazione per la maternità delle atlete prevede:
3 milioni per il 2018, 0,5 per il 2019, 1 milione per il 2020 e per gli anni successivi, a regime.
I requisiti soggettivi di cui alle linee guida, prevedono 5 punti:
1) svolgimento in forma esclusiva o prevalente di un’attività sportiva agonistica riconosciuta dal Coni;
2) assenza di redditi derivanti da altra attività per importi superiori a 10.000,00 euro lordi annui;
3) non appartenenza a gruppi sportivi militari o ad altri gruppi che garantiscono una forma di tutela previdenziale in caso di maternità;
4) mancato svolgimento di un’attività lavorativa che garantisca una forma di tutela  previdenziale in caso di maternità;
5) possesso della cittadinanza italiana o altro paese dell’UE  oppure, per le atlete cittadine di un paese terzo, possesso di permesso di soggiorno in corso di validità e con scadenza di almeno sei mesi successiva a quella della richiesta.
Oltre ai requisiti soggettivi, le atlete devono trovarsi al momento della richiesta con l’:
- aver partecipato negli ultimi 5 anni ad una Olimpiade, o a un Campionato o Coppa del Mondo, oppure ad un Campionato o Coppa Europei, riconosciuti dalla federazione di appartenenza;
- aver fatto parte almeno una volta negli ultimi due anni di una selezione nazionale della federazione di appartenenza in occasione di gare ufficiali;
- aver preso parte, per almeno due stagioni sportive compresa quella in corso, ad un Campionato Nazionale federale non giovanile.
Le richieste di erogazione del contributo di maternità possono essere presentate, a condizione che l’atleta abbia interrotto la propria attività agonistica, a partire dalla fine del primo mese di gravidanza e non oltre la fine del sesto.
Il contributo di maternità è erogato fino ad un massimo di dieci mensilità pari a mille euro ciascuna a far data dall’ultimo giorno del mese successivo a quello in cui è effettuata la richiesta.
Il diritto alla percezione del contributo decade in ogni caso nel momento in cui l’atleta riprende l’attività agonistica.
In caso di interruzione di gravidanza il diritto alla percezione del contributo permane fino alla ripresa dell’attività agonistica e comunque non più i tre mesi. L’atleta deve darne immediata comunicazione.
La richiesta di contributo dovrà essere presentata all’Ufficio per lo Sport tramite invio per posta elettronica certificata, all’indirizzo
ufficiosport@pec.governo.it, trasmettendo da indirizzo pec il modulo di richiesta, reperibile sul sito internet istituzionale dell’Ufficio e dovrà essere compilato in ogni sua parte e corredato dagli allegati previsti.
Gli allegati previsti, da aggiungere alla domanda di richiesta contributo sono cinque:
1) copia del documento di identità; - solo per le cittadine di un paese non membro dell’UE anche copia del permesso di soggiorno;
2) documento comprovante il tesseramento presso società/ass. sportiva affiliata ad una federazione sportiva nazionale o disciplina sportiva associata riconosciuta dal CONI
3) dichiarazione su carta intestata della Federazione di appartenenza che attesti la partecipazione dell’atleta richiedente ad una delle competizioni/attività richieste;
4) documentazione medica comprovante la data dalla quale decorre lo stato di gravidanza;
5) dichiarazione della società o associazione sportiva di appartenenza che attesti che la richiedente ha interrotto l’attività.
Il d.p.c.m. è efficace dal giorno della sua pubblicazione, avvenuta in data 16 aprile, pertanto hanno diritto alla percezione del contributo le atlete che in data 16 aprile 2018 si trovavano nelle condizioni richieste dalla legge e dall’art. 5 del d.p.c.m., ovvero non hanno superato il sesto mese di gravidanza.
Per comodità si allega il link dove reperire i documenti sul sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri:
http://presidenza.governo.it/AmministrazioneTrasparente/Sovvenzioni/CriteriModalita/index.html

Dal 2015 la Federazione ha stipulato con la Reale Mutua una convenzione assicurativa multirischi a favore dei propri tesserati migliorativa rispetto a quella in essere dal 2012, soprattutto per quanto riguarda le percentuali di franchigia e il riconoscimento di un rimborso spese di cura.
Nel dettaglio le nuove condizioni:

POLIZZA INFORTUNI TESSERATI
Capitali Assicurati
MORTE - € 80.000,00
I.P. - € 80.000,00

- Franchigia assoluta del 4% su Boulder,
- del 5% su arrampicata con corda in palestra
- del 10% in falesia
sui punti di invalidità permanente – come previsto dalla Tabella Lesione allegato al D.M. del 16/04/08.

- Rimborso spese di cura  € 500,00 (operante con almeno un pernottamento in istituto di cura) 

Tesserati CAS Federali:
Si assicurano gli infortuni occorsi durante i cosi organizzati dalle società affiliate alla FASI che aderiscono al progetto CAS in orari stabiliti dichiarati all’interno delle società.
In caso di sinistro verrà applicata una franchigia assoluta del 5% sull’intera somma assicurata, sulla base della tabella liquidativa come in corso per i tesserati FASI.

Polizza Reale Mutua infortuni
Polizza Reale Mutua RC

La polizza si basa sul calcolo dell’invalidità permanente in seguito ad infortunio durante l’attività della FASI. Il rimborso viene calcolato in punti di invalidità sul reale danno avuto dal tesserato in base alla seguente tabella ministeriale, a cui vengono sottratti i 10 punti di franchigia. I restanti punti vengono moltiplicati in percentuale per l’importo massimo, ovvero 80.000 euro.

Esempio di calcolo di importo da liquidare in caso di infortunio:

1. Calcolare la somma di punti di invalidità permanente in base alla tabella ministeriale (esempio 14%)

2. sottrarre la franchigia (esempio del 4% per attività bouler):
14% - 4% = 10%

3. Moltiplicare la % restante al massimale di 80.000 euro:
10% di 80.000 euro = 8.000 è la somma che sarà liquidata.

POLIZZA R.C.T. TESSERATI
• Massimali: € 500.000,00 unico
• Franchigia € 250,00 per sinistro

La Reale Mutua tiene a precisare che, riguardo la RC, sono esclusi: “I danni derivanti dalla proprietà, esercizio, manutenzione e conduzione degli impianti, delle installazioni, delle attrezzature e di tutto il materiale necessario per lo svolgimento delle attività della FASI

DENUNCIA SINISTRI
La denuncia dei sinistri dovrà avvenire attraverso la modulistica che si può scaricare di seguito:
modulo denuncia infortuni;
modulo denuncia danni verso terzi.
La denuncia dovrà essere inviata dall'assicurato alla Agenzia Generale Reale Mutua di Milano Magenta Viale Piceno, n. 5 - 20129 Milano entro 30 giorni dall’evento.

POLIZZE INTEGRATIVE
La Federazione è riuscita a ottenere, con la società Reale Mutua, condizioni di Polizza particolarmente favorevoli, al fine di stipulare una assicurazione per la responsabilità civile relativamente alla conduzione degli impianti sportivi.
Le condizioni proposte dalla predetta Reale Mutua prevedono un premio di polizza di gran lunga inferiore rispetto ai premi correnti con un risparmio, per le associazioni sportive, di circa il 50% rispetto alle condizioni ordinarie previste dalle singole compagnie assicurative.
A tal proposito, anche se scontato, è bene sottolineare l’importanza per ogni associazione sportiva di sottoscrivere una polizza per la responsabilità civile per la conduzione degli impianti, in quanto, in mancanza di idonea copertura assicurativa, sarà il Presidente a dover rispondere, illimitatamente e con il proprio patrimonio, di eventuali danni verificatisi a persone e/o a cose all’interno dell’impianto sportivo.
Per ogni informazione invitiamo a contattare direttamente l’agenzia della Reale Mutua con la quale è stata sottoscritta la suddetta convenzione al seguente indirizzo mail : maurizio.stagno@agenzie.realemutua.it.
Si precisa che, al fine di ottenere una integrale copertura assicurativa, il numero di tesserati da dichiarare al fine di sottoscrivere la polizza deve coincidere con il numero totale degli associati alla associazione sportiva, a prescindere dal tesseramento dell’associato alla Federazione.
RC Impianti

 

 


 
Calendario Gare
BOULDER
25-08-2018
LEAD
23-06-2018
22-09-2018
SPEED
30-06-2018
Combinata Olimpica
2-3-4/11/2018
----
Campionati Italiani Giovanili
1-2-3/06/2018
7-8-9-10/06/2018
Calendario Formazione
Tracciatori
Nessun Corso in programma
Giudici
Nessun Corso in programma
Istruttori/Allenatori
Nessun Corso in programma
Aggiornamenti
Nessun Aggiornamento in programma
Foto Gallery